FAQ

Frequently asked questions

Al fine di rendere più agevole l’accesso ai servizi ad Aziende e Dipendenti, SALUTE SEMPRE ha raccolto un elenco di F.A.Q. le cui risposte hanno lo scopo di chiarire l’interpretazione delle disposizioni contenute nel regolamento.

Iscrizione

Possono essere iscritti al Fondo dipendenti a tempo indeterminato (Operai, Impiegati e Quadri – ad esclusione dei Dirigenti) ed apprendisti che non beneficino già di forme di assistenza sanitaria integrativa derivanti da specifico accordo aziendale il cui rapporto sia regolato dal CCNL Grafico-Editoriale e dal 1° gennaio 2014 potranno iscriversi anche quelli inquadrati con il CCNL Carta-Cartotecnico. Dal 2015 il Fondo ha aperto anche alle aziende che applicano il CCNL per i dipendenti di imprese radio-televisive private ed alle aziende del comparto videofonografico. Dal 1 gennaio 2016 anche per i lavoratori a tempo determinato e i lavoratori somministrati (durata minima 3 mesi) è possibile l’adesione a Salute Sempre qualora prevista dal contratto di riferimento. Da Gennaio 2017 aderisce a Salute Sempre anche il personale dipendente cui si applica il CCNL Esercizi Cinematografici.

Hanno diritto all’iscrizione al Fondo anche altre categorie e tipologie di lavoratori previa stipula di apposito accordo per disciplinarne l’adesione. E’ altresì consentita l’iscrizione al Fondo dei dipendenti dei Soci (ex art. 3 dello Statuto) delle Organizzazioni Collegate e delle loro articolazioni territoriali e/o associative nonché enti e strutture collaterali compresi i dipendenti collocati in aspettativa non retribuita ai sensi della legge 300/70 purché vi sia un’espressa dichiarazione degli enti che assumono l’obbligo di contribuzione. A decorrere dal 1 gennaio 2016 il Fondo ha aperto anche ai dipendenti con contratto a tempo determinato ed apprendisti.

L’iscrizione di un’azienda al Fondo si effettua mediante la compilazione del form elettronico pubblicato online (sezione “Iscrizione aziende” sul sito www.salutesempre.it). Una volta effettuata l’iscrizione l’azienda riceverà un’email di conferma.

Basterà collegarsi al sito www.salutesempre.it ed accedere alla Sezione “Area dipendenti”.

Contributi

In questi casi di norma l’azienda non ha l’obbligo della contribuzione al Fondo, salvo che l’Azienda medesima, per accordo sindacale o per sua scelta, non prosegua i versamenti. Al lavoratore è consentito di proseguire volontariamente la contribuzione individuale e può effettuare direttamente il versamento ovvero delegare l’azienda ad effettuare la trattenuta del relativo importo dalle proprie competenze.

I contributi a carico azienda e dei lavoratori iscritti vengono versati entro il giorno 15 del mese successivo a quello di competenza. Il versamento dei contributi avviene con cadenza mensile ed in questo caso andrà bonificato l’importo di competenza dell’intero mese precedente in cui il lavoratore iscritto al Fondo risultava ancora dipendente dell’azienda in questione.

Si. Tutte le variazioni dell’organico rispetto ai dati originariamente registrati dalla azienda dovranno essere comunicate entro il giorno 10 del mese successivo a quello di competenza attraverso la procedura informatica presente sul sito www.salutesempre.it.

La copertura assicurativa decorre dal 1° giorno del mese successivo al terzo versamento mensile (es. versamento iniziale a gennaio 2014 – decorrenza della copertura assicurativa dal 1° aprile 2014).

Il dipendente in questione usufruirà delle prestazioni per un periodo pari a quello per il quale sono stati versati i contributi in carenza di copertura assicurativa.

Versamento volontario

Vi sono casi in cui il versamento dei contributi al Fondo Salute Sempre da parte dell’azienda per alcuni periodi non è obbligatorio. Tali periodi si riferiscono ad uno stato di disoccupazione o di mobilità, oppure all’aspettativa non retribuita ovvero alla cassa integrazione guadagni a zero ore. Con il versamento volontario, i lavoratori già iscritti al Fondo Salute Sempre avranno la facoltà di proseguire volontariamente la contribuzione, a copertura di eventuali periodi nei quali vi è una sospensione del rapporto di lavoro con relativa cessazione del versamento delle quote contributive da parte dell’azienda.

In questo caso di norma l’azienda non ha l’obbligo della contribuzione al Fondo, salvo che l’Azienda medesima, per accordo sindacale o per sua scelta, non prosegua i versamenti. Al lavoratore è consentito di proseguire volontariamente la contribuzione individuale e può effettuare direttamente il versamento ovvero delegare l’azienda ad effettuare la trattenuta del relativo importo dalle proprie competenze.

I lavoratori iscritti possono iscrivere al Fondo i seguenti familiari: A) coniuge/convivente more uxorio, B) figli minorenni, C) figli fiscalmente a carico fino a 26 anni, D) i figli con un grado di invalidità superiore al 66% nei limiti previsti dalla convenzione con gli istituti assicurativi o mutualistici.
La contribuzione è completamente a carico dei lavoratori iscritti; il versamento è annuale, pari a 90,00 euro a persona.
L’iscrizione deve comprendere l’intero nucleo familiare. Sono nulle le iscrizioni parziali ad esclusione di coloro che godono già di una copertura assicurativa integrativa. A decorrere da gennaio 2016 può aderire gratuitamente anche il coniuge fiscalmente a carico.

In caso di versamento inesatto o incompleto, il Fondo direttamente o tramite il Service amministrativo informa l’azienda affinché provveda tempestivamente alla relativa regolarizzazione, che dovrà avvenire entro e non oltre 60 giorni dalla data di scadenza del pagamento. Trascorso tale termine senza che l’azienda abbia provveduto alla regolarizzazione del versamento, l’erogazione delle prestazioni viene sospesa e verrà ripristinata solo a fronte della regolarizzazione della posizione. In caso di morosità dell’azienda che si protragga per 6 mesi, il Fondo intraprende l’iter di esclusione degli iscritti. E’ comunque facoltà dei lavoratori interessati richiedere, anche in caso di morosità dell’azienda inadempiente, la prosecuzione volontaria della propria partecipazione al Fondo.
Possono iscriversi al Fondo solo i lavoratori che non beneficino già di forme di assistenza sanitaria integrativa derivanti da specifico accordo aziendale. Il lavoratore che ha già forme di assistenza sanitaria aziendale non può aderire al Fondo, può però annullare la precedente adesione (nelle forme e nei tempi consentiti) ed aderire poi al Fondo Salute Sempre.
Inviando una mail a info@salutesempre.it con i propri riferimenti e contatto telefonico. Sarà cura del Fondo rispondere in tempi brevi.